Tu sei qui

Acque SpA e l'ambiente

Durante i periodi con scarse precipitazioni, il servizio di acquedotto aumenta i consumi energetici e, di conseguenza, anche i relativi costi. Le sorgenti di collina tendono ad asciugarsi con la conseguenza che intere località rimangono con un’erogazione di acqua limitata o addirittura assente.  A tale situazione si sopperisce con un notevole aggravio economico dovuto al trasporto di acqua tramite autobotti o al risollevamento di acqua tramite pompe da centrali situate in pianura. Nel settore depurazione fognatura, la stagione asciutta agevola il recupero dei fanghi di depurazione in agricoltura, con una conseguente netta riduzione dei costi di smaltimento, ma anche di trasporto, in quanto i siti di smaltimento dei fanghi in agricoltura sono dislocati nelle vicinanze dei luoghi di produzione. 

 
Viceversa, durante la stagione piovosa sono minori i consumi energetici dovuti ai minori consumi per risollevare l’acqua dalle falde. Infatti, nei periodi piovosi, la falda acquifera è più alta, andando ad incidere sulla prevalenza di sollevamento delle pompe. La stagione piovosa impatta in modo negativo sul servizio reti fognarie e impianti di depurazione. In questo caso si registrano maggiori costi dovuti al sollevamento e al trattamento di maggiori quantità di liquami.  Inoltre, il recupero dei fanghi di depurazione in agricoltura diviene difficoltoso se non impossibile. I fanghi di supero sono pertanto indirizzati agli impianti di compostaggio con costi aggiuntivi.
 
 

Scarse precipitazioni

Abbondanti precipitazioni

Servizio di acquedotto

costi per consumi energetici

costi di trasporto acqua

 costi per consumi energetici

 

Servizi di depurazione e fognatura

 costi per smaltimento dei fanghi

 costi di trasporto dei fanghi

 costi di sollevamento e trattamento liquami

 costi di compostaggio per fanghi di supero