Tu sei qui

Fornitori

- I fornitori e la nostra catena del valore
La gestione degli acquisti rappresenta un elemento strategico per l’efficienza del servizio idrico del territorio. Il legame con la competitività territoriale è un elemento nuovo che sottolinea la strategicità del processo di pianificazione integrata degli elementi della catena di servizio nell’ambito di una certa area territoriale. 
 
In particolare, anche Acque SpA, in un’ottica moderna di governance, necessitano sempre più di strumenti, metodi e principi adeguati per pianificare le reti ed i sistemi logistici in modo da promuovere la competitività dei rispettivi territori. Tale esigenza ha ben presto fatto emergere come non sia più sufficiente focalizzare l’attenzione solo sulle attività interne, ma sia assolutamente necessario realizzare una forte integrazione anche con tutti quegli attori esterni in grado di contribuire, con diversa intensità, alla soddisfazione del cliente finale. 
 
La gestione degli acquisti si svolge nel pieno rispetto del Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, considerando il servizio SETTORE SPECIALE e improntando le procedure di riferimento a criteri di massima trasparenza.  Acque SpA si è dotata di un proprio sistema regolamentare che definisce i criteri per la qualifica dei fornitori, per la gestione degli albi, per l’affidamento e l’esecuzione delle forniture di beni, servizi e lavori sotto soglia comunitaria. Gli affidamenti, sono effettuati secondo le modalità descritte nel sopra citato regolamento con criteri che garantiscono la concorrenza, la trasparenza e la non discriminazione tra i fornitori. I contratti, vengono di norma affidati a imprese qualificate e inserite in albo. 
 
Sono 779 i fornitori (anche non iscritti agli ALBI) ai quali, nel corso dell’anno, è stato commissionato almeno un ordine.
 
Nella tabella che segue si riporta il quantitativo di ordini per l’anno 2015 suddiviso per tipologia di contratto.
 

Tipologia

Numero ordini

Importo Ordini

Forniture

1.656

7.204.364 euro

Lavori

64

37.557.009 euro

Servizi

1.929 76.590.898 euro

TOTALE

3.649

121.352.271 euro

 
 
- Gli albi dei fornitori qualificati
Sul sito internet aziendale, nell’apposita sezione Fornitori, si trova sia la documentazione necessaria per presentare domanda di iscrizione all’albo che le gare di appalto in corso. Possono entrare far parte dell’albo fornitori qualificati le imprese che sono in possesso dei requisiti di ordine generale, economico-finanziario e tecnico-organizzativo indicati nella procedura e per le quali sia stata verificata l’idoneità tecnico-professionale di cui al D.Lgs.81/2008 Testo unico della sicurezza
 
Gli albi sono suddivisi in fasce di importi a ciascuna delle quali corrispondono diversi requisiti di qualificazione secondo un criterio di proporzionalità rispetto all’ammontare degli importi stessi. 
 
Sono 554 i fornitori con almeno una qualifica in corso di validità al 31 dicembre 2015.
 

Fornitori qualificati per albo

2015

%

Forniture

154

28%

Servizi

179

32%

Lavori fino a 150.000 euro

88 16%

Lavori da 150.000 a 3.000.000 euro

133

24%

TOTALE 554  
 
Il dato è indicativo del numero dei fornitori qualificati per ogni elenco e non tiene in considerazione delle diverse categorie e fasce d'importo per le quali il fornitore ha richiesto la qualifica. Pertanto una ditta che ha presentato per i lavori domanda d'iscrizione per più categorie e per diverse fasce d'importo è stata considerata una sola volta per quell'albo. Allo stesso tempo se il fornitore ha richiesto la qualifica sia per lavori che per servizi e forniture è stato conteggiato per tre volte.
 
 
- Il meccanismo di mantenimento
Sono inoltre fissate norme per il mantenimento dell’iscrizione in Albo: ogni ditta iscritta è soggetta a una valutazione sull’osservanza delle regole di funzionamento dell’albo, sul comportamento tenuto nel corso della fornitura e del rispetto delle prescrizioni di legge con particolare riferimento a quelle di sicurezza. All’atto dell’iscrizione, è assegnato a ogni azienda un punteggio che è decurtato al verificarsi delle non conformità previste in procedura.
 

Numero Imprese esecutrici 2015

77

Numero Imprese con sopralluogo

65

% Imprese con sopralluogo

84%

 
L’esaurimento del punteggio in dotazione comporta le sanzioni previste nella procedura medesima. Per violazioni di particolare gravità è prevista anche la cancellazione dall’albo.
 
Tutti i fornitori di lavori e servizi presso i cantieri sono tenuti sotto controllo attraverso una continua attività di sopralluoghi in loco ad opera dell’apposita struttura costituita all’interno della società collegata Ingegnerie Toscane.
 

SOPRALLUOGHI

2013

2014

2015

Contratti specifici

-

745

706

Contratti aperti

-

1.450

1.821

Totale sopralluoghi

1.480 2.195 2.527
 
I sopralluoghi vengono effettuati sia sugli incarichi di lavori specifici sia sulle commesse aperte di manutenzione.
 

Sopralluoghi sicurezza 2015

1.719

Sopralluoghi direzione lavori 2015

808

Totale sopralluoghi 2015

2.527

 
 
 
 
 

 

2014

2015

Rilievi contestati a fornitori

37

33

di cui rilievi gravi

3

6

 
I rilievi gravi contestati riguardano questioni di sicurezza che hanno comportato la sospensione del cantiere in corso.
 
 
- Le ricadute sul territorio
In virtù della propria natura giuridica di impresa pubblica operante in settore speciale, Acque SpA non può inserire clausole che privilegino in via diretta le imprese locali in coerenza con i principi comunitari di libera circolazione delle merci e delle persone. 
 
Ciò nonostante le ricadute sul tessuto lavorativo locale sono evidenti come risulta dalle tabelle seguenti dalle quali si evince come il maggior numero di ordini e di ordinato ricada sul territorio del Basso Valdarno che è il territorio di riferimento di Acque SpA.
 

Ripartizione territoriale

Numero ordini

Importo (Euro)

Resto d'Italia

987

23.697.487,56

Toscana altre province

507

34.087.039,75

Basso Valdarno

2.141 63.490.657,33

Estero

14 77.086,29
TOTALE

3.649

121.352.271
 
 
 
 

Distribuzione dell'ordinato

2013

2014 2015

Basso Valdarno

72%

71%

52,32%

Resto della Toscana

1%

1%

28,09%

Resto dell'Italia

27% 28% 19,53%

Estero

- - 0,06%
 
- Contenziosi e infortuni
Nell’anno 2015 in ambito gestione fornitori il solo contenzioso sorto in fase di individuazione dei fornitori (esito selezioni concorrenziali e/o gare d’appalto) si è concluso con il rigetto dell’impugnativa proposta. Mentre risulta tuttora pendente l’impugnativa relativa ad una selezione del 2014.
 

Contenziosi appaltatori

2014

2015

Numero contenziosi

3

1

di cui accolti

1

0

 
A partire dallo scorso anno Acque SpA monitora anche gli infortuni avvenuti sui cantieri in appalto a ditte esterne considerando gli appaltatori parte attiva del ciclo di erogazione del servizio. Il numero dei giorni è decisamente diminuito poiché nel 2014 si era verificato un infortunio grave con 176 giorni di assenza.
 

Infortuni appaltatori

2014

2015

Numero infortuni

3

3

Giorni di assenza

213

37