Tu sei qui

Il servizio depurazione e fognatura

La depurazione delle acque rappresenta una fase importante del ciclo idrico integrato, consistendo nel trattamento delle acque provenienti dalle reti fognarie per la riduzione del carico inquinante e richiede una serie di trattamenti fisici, chimico-fisici e biologici. Il trattamento delle acque reflue avviene secondo le seguenti fasi:
 
  • pretrattamenti, semplici fasi di separazione fisica quali: grigliatura, dissabbiatura, sgrossatura, consistenti nell’eliminazione dalle acque degli inquinanti solidi più grossolani;
  • trattamenti primari, che comprendono i processi fisici o chimico-fisici utilizzati per rimuovere con la sedimentazione una parte delle sostanze presenti in sospensione nell’acqua;
  • trattamenti secondari, comprendenti i processi di eliminazione delle sostanze inquinanti disciolte nell’acqua;
  • trattamenti terziari, comprendenti i processi applicati alle acque che devono essere scaricate in zone sensibili.
 
Il ciclo della fognatura consiste in generale nella raccolta e nel trasporto all’impianto di trattamento degli scarichi civili, industriali e meteorici.
 
Totale controlli sulle acque depurate: 120.000
 
 
La rete fognaria è costituita da circa 3.000 km di canalizzazioni.
 
Gli impianti di depurazione sono 139 e i sollevamenti fognari gestiti sono 517. Gli impianti di depurazione gestiti da Acque SpA sono prevalentemente impianti a “fanghi attivi”, ovvero basati su un processo di depurazione dei reflui di origine civile essenzialmente di tipo biologico. Tali impianti, rispetto a filiere di tipo chimico o a servizio di reflui di tipo industriale, sono caratterizzati da consumi energetici piuttosto ridotti.
 
Gli impianti di depurazione gestiti sono 139 di cui 15 con potenzialità superiore a 10.000 A.E., 29 tra 2.000 e 10.000 ed i restanti 95 inferiore a 2.000 A.E. e quindi classificati come trattamenti appropriati dalla normativa vigente. Il volume di acqua depurata nel 2015 è stata di circa 47 milioni di metri cubi.