Tu sei qui

Organi di governo

Gli organi sociali che formano il sistema di governance di Acque SpA si suddividono tra:
 
  • organi statutari, tra cui il Consiglio di Amministrazione, il Collegio dei Sindaci Revisori e l'Assemblea dei Soci;
  • organi di controllo della gestione, come l'ufficio di Internal Auditing, l' Organismo di vigilanza 231 e il Comitato delle Remunerazioni
 
Il Consiglio di Amministrazione, come da Statuto, è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della Società e, in particolare, gli sono riconosciute tutte le facoltà per il raggiungimento degli scopi sociali che non siano dalla Legge o dallo Statuto, in modo tassativo, riservate all’Assemblea dei Soci.
 
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione: ha la rappresentanza della Società di fronte ai terzi; mantiene i rapporti con le realtà istituzionali, economiche e sociali del territorio; sovrintende alle funzioni aziendali di controllo interno e a quelle volte alla soddisfazione dell’interesse pubblico nell'erogazione del servizio ed al rispetto del diritto degli utenti.
 
Il Consiglio di Amministrazione è attualmente composto da 9 membri, tra cui 2 donne. Tra i consiglieri, 5 sono stati nominati dai soci pubblici di maggioranza e 4 dal socio privato.
 
Gli amministratori, così come i membri del collegio sindacale, sono stati eletti dall’Assemblea dei Soci del 31/03/2014 e rimarranno in carica fino all’approvazione del Bilancio d'esercizio 2016.
 
All’inizio del 2015 è stata effettuata da Acque SpA un’importante acquisizione del ramo di azienda riferita alla fatturazione svolta da LeSoluzioni. Tale acquisizione ha comportato l’assunzione di 20 dipendenti e la trasmigrazione dei processi fino al 2014 svolti in outsourcing. I processi di fatturazione ad oggi gestiti direttamente da Acque sono stati assoggettati a validazione e verifica e ad oggi risultano processi efficaci e efficienti.