Tu sei qui

Ricerca e Sviluppo

Ingegnerie Toscane Srl ha sviluppato una particolare attenzione nei confronti di progetti inerenti la tutela dell’ambiente ed il risparmio energetico. Di seguito alcuni dei principali progetti sviluppati nel corso degli anni dall’azienda.
 
Progetto Actions for Systemic Aquifer Protection - Implementation and demonstration of a Protocol to scale down groundwater vulnerability to pollution due to overexploitation. ASAP/LIFE06 ENV/IT/000255 A.S.A.P.
 
Lo scopo principale è stato quello di definire e dimostrare, ad una scala rappresentativa, la fattibilità tecnica ed economica di un protocollo per allontanare un acquifero da condizioni di vulnerabilità e di rischio di cambiamenti non reversibili delle sue caratteristiche. L'area A.S.A.P. comprende il distretto idrico di Pontedera. Si tratta di circa 1000 km di rete di distribuzione suddivisa fra i nove comuni di: Bientina, Pontedera, Calcinaia, Cascina, Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull'Arno, Vico Pisano, Santa Maria a Monte, San Miniato. I principali traguardi del progetto, concentrati sull'acquifero sovrasfruttato di Bientina (Pisa) sono legati alla riduzione del prelievo di acqua del 10% e alla riduzione dell'utilizzo di energia del 10%; al ribaltamento del trend di abbassamento della falda (da -0.5m/a a +0.5 m/a); alla riduzione delle probabilità che acqua di bassa qualità ed elementi inquinanti migrino nell'acqua potabile e ad evitare fenomeni di sprofondamento del terreno e di declino delle zone umide con conseguente danno agli ecosistemi; alla diminuzione del pompaggio al minimo garantendo ai cittadini la costante disponibilità di acqua di qualità anche in caso di repentine fluttuazioni stagionali.
 
 
Progetto WIZ – WaterIZe spatial planning: encompass future drinkwater management conditions to adapt to climate change LIFE 09 ENV/IT/000056
 
WIZ è un progetto innovativo che dimostra come si possa tener conto delle condizioni e disponibilità future di acqua quando si fanno scelte di pianificazione territoriale, urbanistica e per i cittadini, scelte di vita. Con WIZ i Comuni, le Province e tutti coloro che si occupano di pianificazione territoriale e urbanistica possono prendere le proprie decisioni potendo consultare le informazioni relative alla stima dei fabbisogni e disponibilità di acqua potabile, confrontando fra scenari di insediamento e scenari climatici, con stime dei costi delle infrastrutture idriche necessarie. Ogni cittadino può trovare su Internet l'informazione sulla disponibilità (attuale e futura) di acqua potabile in un punto preciso, per esempio il luogo in cui vuole andare ad abitare: WIZ è infatti collegato con i sistemi informativi territoriali degli enti.
 
 
I principali traguardi di WIZ sono stati:
  • integrare nella pianificazione territoriale le analisi di lungo termine sulla gestione dell'acqua potabile,
  • aumentare la consapevolezza e la partecipazione pubblica coinvolgendo cittadini e imprese alla gestione partecipata (governance) dell'acqua,
  • sostenere l'istituzionalizzazione di questo approccio, favorendo modalità deliberative, ma anche incidendo su processi normativi o su elementi procedurali,
  • consentire lo scambio e la collaborazione con altri progetti europei e la cooperazione transazionale, 
  • contribuire all'integrazione nelle normative locali del Quadro d'Azione Europeo per l’Adattamento al Cambiamento Climatico con particolare riguardo alle future condizioni di gestione dell’acqua.
 
Progetto ECO/12/332771 WETNET
 
Il progetto WETNET ha l'obiettivo di lanciare sul mercato un sensore di flusso innovativo inseribile in condutture in pressione che consenta ai gestori di migliorare notevolmente la capacità di controllo sulle reti di distribuzione idrica, riducendo i costi energetici e le emissioni in atmosfera ed ottimizzando l'uso della risorsa.
 
Il sistema WETNET è stato progettato per permettere flessibilità, distribuzione incrementale e scalabilità (ad esempio del numero di sensori), per convivere con sistemi di controllo di misurazione esistenti (incluse le infrastrutture di comunicazione), per avere una ridotta necessità di manutenzione durante il ciclo di vita operativa, per essere sostituito facilmente e per avere un impatto ambientale minimo, al momento dello smaltimento. 
 
I servizi di supervisione e controllo di WETNET consentono una vasta gamma di elaborazioni dei dati e di informazioni (da semplici avvisi a simulazioni e previsioni) a supporto delle decisioni. Il flussometro WETNET, il sottosistema di comunicazione (RTU e di rete) ed il software di supervisione, rispondono alle esigenze del mercato e soddisfano i requisiti della certificazione European Technology Verification (ETV).
 
Un impianto di dimostrazione in scala reale in Italia, a Pisa servirà circa 100.000 abitanti equivalenti ed estenderà il sistema WETNET ad oltre 50 nodi. 
 
 
- Brevetti
Inoltre Ingegnerie Toscane Srl ha sviluppato una serie di strumentazione coperta da brevetti:
 
1. A screen casing structure for a well casing and method for making it (Struttura tubo filtro per un pozzo e metodo per realizzarlo) Deposito Italiano Brevetto di Invenzione Industriale PI/2009/A/000073 - Domanda di Brevetto Europeo EP 10763418.0 - Domanda di Brevetto Internazionale PCT/IB2010/001413 Ingegnerie Toscane srl. L’invenzione si colloca nell’ambito della Idrogeologia e nello sfruttamento minerario dei fluidi sotterranei. Il tubo filtro serve per contenere il materiale drenante e far trapelare il fluido all’interno del tubo pozzo.
 
2. Dispositivo per misurare la portata di un fluidoDeposito Italiano Brevetto di Invenzione Industriale ITPI2010A000145 Ingegnerie Toscane srl Bre Elettronica srl. Misuratore di portata (Progetto WETNET).
 
3. Control Method for remote installations – Domanda di Brevetto Europeo EP 08002184.3 Ingegnerie Toscane srl Bre Elettronica srl, Domanda di Brevetto Internazionale PCT/EP2009/00841. Software che provvede alla risoluzione degli indirizzi IP privati gestiti dalle compagnie telefoniche, si utilizza la trasmissione dati GPRS che è a basso costo rispetto ai collegamenti GSM con il vantaggio di essere costantemente collegati a tutte le RTU.
 
4. Apparato per ricavare energia elettrica dal flusso del fluido in particolare per alimentare elettricamente attrezzature associate al trasporto di tale fluidoDeposito Italiano Brevetto di Invenzione Industriale ITPI2009A000132 Ingegnerie Toscane srl Bre Elettronica srl. Dispositivo idroelettrico (Picoturbina©) per alimentare attrezzature associate al trasporto di liquidi in luoghi privi di rete elettrica. L’energia prodotta, accumulata in batterie tampone, garantisce alta affidabilità e continuità nel servizio.