Tu sei qui

Strategia e Sviluppo

- Cambiare per non arretrare
 
Anche per Acque SpA, come lo è per ACEA capogruppo, uno degli obiettivi più importanti è il progetto ACEA 2.0 che consiste nella digitalizzazione di tutti i processi operativi e di staff, accompagnata dalla rivoluzione nella gestione degli appalti. Una volta a regime il nuovo sistema cambierà il modo di lavorare, riducendo di circa un terzo i tempi di risposta alle esigenze di clienti e cittadini e rendendo più efficiente la programmazione degli interventi sul territorio. Inoltre, grazie alla tecnologie mobile, i tecnici e operai ridurranno sensibilmente i tempi di spostamento e miglioreranno la qualità della giornata lavorativa, avendo più tempo anche per le proprie famiglie. Con un investimento di 50 milioni l'entrata a regime del nuovo sistema comporterà una riduzione dei costi operativi intorno al 20% l'anno. Acea e le controllate si sono dotate di un sofisticato apparato informatico che consentirà di gestire in remoto tutti gli interventi realizzati ogni anno, sia sulle reti sia sulla manutenzione. Tecnici e operai, dotati di tablet e palmari, effettueranno gli interventi assegnati e una volta completati i lavori li dovranno documentare attraverso foto georeferenziate da inviare alla centrale operativa. Questo consentirà una verifica in tempo reale di tutte le fasi dell'operazione, con l'applicazione automatica di penali in caso di ritardi e di premi per i buoni risultati. Si tratta di un processo che stravolgerà l'organizzazione di tutte le Società del gruppo e darà trasparenza ai dati. L’applicazione del Work Force Management porterà molta più efficienza in tutte le attività. Ogni singola fase delle attività manutentive di un’opera sarà infatti monitorata attraverso tecnologie innovative, generando notevole valore aggiunto per clienti e azionisti.
 
- Urgency Team e Coalizione Guida
 
Orientare il Cambiamento è meglio che subirlo
 
Il primo Urgency Team, composto da volontari appartenenti alle diverse realtà aziendali del Gruppo Acea il cui compito era quello di creare un senso di urgenza per un veloce cambiamento necessario al raggiungimento degli obiettivi della Grande Opportunità, ha terminato il proprio compito avendo raggiunto l’obiettivo del 50% + 1 di volontari in tutto il gruppo Acea. I volontari sono ad oggi 4.300.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sono costituiti ad oggi il secondo Urgency Team e la Coalizione Guida, un insieme eterogeneo di dipendenti del Gruppo Acea (38 persone) che, per la durata di un anno, avrà il compito di attivare cambiamenti concreti nell’organizzazione del lavoro quotidiano, scegliendo le iniziative migliori per raggiungere, accanto e con la linea gerarchica, lo sfidante obiettivo de La Grande Opportunità.